La nostra storia

1991

Acquisizione dello stabilimento per la produzione di batterie che si trova a Neo Olvio, Xanthi, Grecia settentrionale, da parte della GERMANOS S.A.

1995

Progettazione e produzione di batterie a secco con tecnologia zinco – cloruro, che rispettano l’ambiente (non contengono mercurio).

1997

Certificazione ISO 9001 (Sistema di garanzia della qualità)

2000

Avvio della produzione verticalizzata di batterie per sommergibili e di tipo industriale OPzS/OPzV

2001
  • Certificazione ISO 14001 (Sistema di gestione dell’ambiente)
  • Installazione a Creta della prima stazione fotovoltaica interconnessa in Grecia, con potenza installata di 168 KWp
2002

Nuova linea di produzione di batterie sigillate al piombo, di tipo industriale (VRLA)

2004

Certificazione OHSAS 18001 (Sistema per la salute e sicurezza delle risorse umane)

2006

Scorporo del settore industriale della GERMANOS S.A. e costituzione della società SYSTEMS SUNLIGHT S.A.

2008
  • Nuova linea di produzione per batterie al piombo-acido
  • Con l’obiettivo di produrre 1.000.000 batterie di tipo industriale, espandendo l’attrezzatura (2 linee di assemblaggio con processo C.O.S. automatizzate e macchinari Inbatec).
  • Installazione di sistemi specializzati nelle aree di produzione dello stabilimento, che consentono l’ingresso di luce naturale e pertanto risparmio di energia elettrica.
2010

Viene completata l’espansione dello stabilimento, del centro di gestione della filiera di fornitura e dei trasporti a Xanthi.

2011
  • Viene fondata la società ALSE (Advanced Lithium Systems Europe) tramite un consorzio con la società tedesca ATLAS ELEKTRONIK GmbH
  • Proseguono gli investimenti nello stabilimento di Xanthi, Grecia settentrionale
2013
  • Ridefinizione strategica delle operazioni e concentrazione sulle batterie
  • Fatturato di €96.2 milioni per SYSTEMS SUNLIGHT
  • 430 dipendenti di SYSTEMS SUNLIGHT
2014
  • Lancio di SUNLIGHT RECYCLING, un modernissimo impianto europeo per il riciclaggio di batterie al piombo a Komotini, Grecia settentrionale.
  • Istituzione nello stabilimento di Xanthi di un sistema a coclea per il ritorno della polvere, che consente il suo riutilizzo nella produzione; installazione di un sistema per il trasporto aereo di ossido di piombo, con conseguente riduzione degli inquinanti atmosferici nell’ambiente di lavoro dello stabilimento.
  • Fatturato di €120 milioni per il Gruppo SUNLIGHT
  • 565 dipendenti per il Gruppo SUNLIGHT
2015
  • Certificazione ISO 14001 (Sistema di gestione ambientale) per SUNLIGHT RECYCLING
  • SYSTEMS SUNLIGHT diviene partner di TRACE International, l’organizzazione internazionale a supporto della trasparenza professionale e della lotta alla corruzione
  • Fatturato di €132,9 milioni per il Gruppo SUNLIGHT
  • 620 dipendenti per il Gruppo SUNLIGHT
2016
  • Iniziativa ambientale da parte di aziende di vari settori che mira a raggiungere un corretto riciclaggio delle batterie al piombo.
    Green Mission è un’iniziativa di SUNLIGHT RECYCLING.
  • Fatturato di €153,9 milioni per il Gruppo SUNLIGHT
  • 757 dipendenti per il Gruppo SUNLIGHT
2017
  • Investimento dell’Azienda nella modernissima unità per l’assemblaggio delle batterie a Xanthi
  • SUNLIGHT è la prima azienda in Grecia a ottenere la certificazione ISO 37001 per quanto riguarda questioni di conformità e anticorruzione. L’Azienda ha inoltre ricevuto un attestato di conformità alla norma ISO 19600 (Sistema di gestione della conformità) per la conformità alle normative.
  • 1.94 milioni di batterie – nuovo record di produzione
  • Fatturato di €194,5 milioni per il Gruppo SUNLIGHT
  • 820 dipendenti per il Gruppo SUNLIGHT
2018
  • SUNLIGHT riceve la certificazione europea EMAS (Eco-Management and Audit Scheme) per il suo impianto di riciclaggio
  • A Verona, Italia, entra in funzione un nuovo centro assemblaggio per poter meglio servire i partner di SUNLIGHT
  • Systems SUNLIGHT assorbe SUNLIGHT Recycling, ottenendo migliori cooperazioni
  • Il principale stabilimento di Xanthi, in Grecia settentrionale, viene completamente ricostruito con migliori infrastrutture e nuovi macchinari, dopo un incendio sviluppatosi in una parte della sua linea di produzione