Battery Glossary

Battery from A to Z

  • Homepage
  • Battery Glossary
  • A

    Accettazione di carica: La capacità di una cella secondaria di convertire il materiale attivo in una forma scaricabile. Un’accettazione di carica del 90% significa che solo il 90% dell’energia può essere disponibile per la produzione utile. Chiamata anche efficienza di Coulomb o efficienza di carica.

    Acido: Un donatore di protoni. Un composto contenente idrogeno che si scompone in una soluzione acquosa producendo ioni di idrogeno a carica positiva (H+). Una soluzione acida ha pH inferiore a 7,0.

    Amperora (Ah): L’unità di misura utilizzata per confrontare la capacità o il contenuto energetico di una batteria con la tensione di uscita. Nella maggior parte delle batterie, definisce la velocità C della batteria. Definizione – Un amperora è la carica trasportata in 1 ora da una corrente di 1 ampere. 1Ah = 3600 coulomb. La vera capacità di una batteria è il suo contenuto energetico e questo viene misurato in wattora (Wh). È la capacità in Ah della batteria moltiplicata per la tensione della batteria stessa.

    B

    Batteria AGM (Absorbent Glass Mat): Una batteria al piombo-acido che utilizza uno strato di microfibra di vetro per promuovere la ricombinazione dei gas prodotti dal processo di carica.

    Batteria primaria: Cella o batteria che non è destinata a essere ricaricata e viene smaltita quando essa ha fornito la sua capacità utile.

    Batteria secondaria: Una batteria che dopo la scarica può essere ripristinata allo stato di carica, facendo passare corrente elettrica attraverso la cella nella direzione opposta a quella di scarica.

    Batteria: Due o più celle collegate elettricamente per formare un’unità. Nell’uso comune, il termine “batteria” si applica anche a una singola cella.

    C

    Capacità: Il numero di amperora (Ah) che una cella o batteria completamente carica può erogare in specifiche condizioni di scarica.

    Carica di compensazione: Metodo di carica in cui una cella secondaria è collegata in modo continuo o intermittente ad un’alimentazione di corrente costante al fine di mantenere la cella in condizioni di carica completa o quasi completa.

    Carica di equalizzazione: Il processo utilizzato durante la carica per garantire che ogni cella venga caricata al medesimo stato di carica.

    Carica galleggiante: Metodo di carica in cui una cella secondaria è collegata in modo continuo a un’alimentazione a tensione costante, che mantiene la cella in una condizione di carica completa.

    Carica, stato di: La capacità disponibile o residua di una batteria espressa come percentuale della capacità nominale.

    Carica: Il processo di rifornire o sostituire la carica elettrica in una cella o in una batteria ricaricabile.

    Cella: Una cella comprende varie piastre a carica positiva e negativa immerse in un elettrolita che produce una carica elettrica mediante una reazione elettrochimica.

    Ciclo di funzionamento: Parametri operativi di una cella o di una batteria fra cui fattori come velocità di carica e scarica, profondità di scarica, durata del ciclo e durata in modalità di attesa.

    Ciclo di vita: Il numero di cicli che una batteria può eseguire prima che la sua capacità nominale scenda sotto l’80% della sua capacità nominale iniziale. Vedi anche “Carica galleggiante” più sopra.

    Ciclo: La scarica e la successiva carica di una batteria secondaria, in modo che venga ripristinata al suo stato di carica completa.

    Colpo di frusta (Coup de Fouet): Una drastica caduta di tensione iniziale, quando a una batteria viene improvvisamente chiesto di fornire un carico pesante. La tensione si ripristina a breve quando il processo di scarica elettrochimica si stabilizza.

    Corrente continua: Un metodo di carica che mantiene la corrente attraverso la cella a un valore costante di carica (CC).

    Corrente: Flusso di elettroni pari a 1 coulomb di carica al secondo, solitamente espresso in ampere (A).

    D

    Densità relativa: Rapporto tra il peso di una soluzione e un uguale volume di acqua, a una determinata temperatura. Utilizzata come indicatore dello stato di carica di una cella o batteria.

    Differenza di potenziale: Lavoro che deve essere fatto contro le forze elettriche per spostare una carica unitaria da un punto all’altro, noto anche come forza elettromotrice (FEM).

    E

    Elettrodo: Elemento conduttore all’interno di una cella in cui si verifica una reazione elettrochimica.

    Elettrodo: Il conduttore elettrico e i materiali attivi associati in cui si verifica una reazione elettrochimica. Indicato anche come piastre positive e negative di una cella secondaria.

    Elettrolisi: Scomposizione chimica dell’acqua in idrogeno e ossigeno gassoso, causata dal passaggio di corrente elettrica.

    Elettrolita: Mezzo che fornisce la funzione di trasporto di ioni tra gli elettrodi positivi e negativi di una cella.

    F

    Fuga termica: Una condizione che si verifica in una batteria (in particolare nei tipi regolati da una valvola) quando l’energia di carica si traduce in una generazione di calore all’interno della batteria, superiore al calore dissipato, provocando un innalzamento incontrollato della temperatura della batteria. Ciò può causare guasti dovuti al prosciugamento della cella, vita ridotta e/o fusione della batteria.

    G

    Gassificazione: L’evoluzione del gas da uno o più elettrodi, a seguito dell’elettrolisi dell’acqua durante la carica o l’auto-scarica di una cella. Una notevole gassificazione si verifica quando la batteria si avvicina allo stato di carica completa durante la ricarica o quando la batteria è in carica di equalizzazione.

    I

    Invecchiamento: Perdita permanente di capacità, dovuta a uso frequente o al passare del tempo, a causa di reazioni chimiche indesiderate e irreversibili nella cella.

    Inversione della cella: Condizione che può verificarsi in catene di serie a più celle, in cui una scarica eccessiva della batteria può causare la scarica completa di una o più celle. La successiva caduta di tensione in tutta la cella scarica, inverte efficacemente la sua normale polarità.

    L

    Limite di corrente: Lo scarico di corrente massimo al di sotto del quale la batteria funzionerà adeguatamente, sotto uno scarico continuo.

    M

    Materiale attivo: I materiali chimicamente reattivi in una cella che reagiscono tra loro, trasformandosi da una composizione chimica a un’altra e generando energia elettrica o accettando la corrente elettrica da un circuito esterno.

    P

    Profondità di scarica: Il rapporto tra la quantità di elettricità o carica rimossa da una cella (DOD): scarica alla sua capacità nominale.

    R

    Ritenzione della carica: La capacità di una batteria di mantenere la propria carica in condizioni di corrente zero. La ritenzione della carica è molto più scarsa ad alte temperature.

    S

    Separatore: Strato di materiale elettricamente isolante che separa fisicamente gli elettrodi di polarità opposta. I separatori devono consentire agli ioni il passaggio nell’elettrolita e possono avere anche la funzione di immagazzinare o immobilizzare l’elettrolita.

    Solfatazione: Formazione di cristalli di solfato di piombo sulle piastre di una batteria al piombo-acido.

    Soluzione acquosa: Componenti chimici in forma liquida o di gel.

    T

    Tasso di carica: La corrente a cui viene caricata una cella o una batteria. Generalmente espresso in funzione della capacità nominale C.

    Temperatura ambiente: La temperatura media che circonda la batteria, in genere dell’aria.

    Tensione costante (CV): Un metodo di carica che mantiene la tensione sui morsetti della batteria a un valore costante.

    Tensione di interdizione: La tensione specificata a cui si considera completa la scarica di una cella.

    Tensione: Forza elettromotrice o differenza di potenziale, espressa in volt (V).

    Terminale: Connessioni elettriche esterne di una cella o di una batteria, indicate anche come “postazione terminale” o “postazione”.

    V

    Velocità C: C è un valore che esprime la potenza nominale di una cella o di una batteria. Una cella che scarica a velocità C fornirà la sua potenza nominale per 1 ora. Le correnti di carica e scarica sono in genere espresse come multipli di C. Il tempo di scarica di una batteria è inversamente proporzionale alla velocità di scarica. NC è una velocità di carica o scarica che è N volte la potenza nominale della batteria, dove N è un numero (frazione o multiplo). CN è la capacità della batteria in Ah che corrisponde alla scarica completa della batteria in N ore (normalmente N è un pedice).